dieta per endometriosi: alimenti no, alimenti sì

La dieta per endometriosi cura a monte lo squilibrio ormonale. Agendo sul fegato, sull’intestino e sull’enzima aromatasi, riduce gli estrogeni e l’infiammazione.

dieta per endometriosi: dolcetto proibito

dieta per endometriosi: 10 alimenti da evitare

 Per combattere l’endometriosi a tavola bisognerebbe:

  • evitare cibi che contengono ormoni e inquinanti ambientali
  • evitare alimenti che causano acidosi e infiammazione
  • evitare cibi ad alto indice glicemico

Esiste l’eventualità, seppur remota, di una degenerazione maligna dell’endometriosi. Una dieta prevalentemente vegetariana riduce il rischio di tumore associato alle proteine animali, come spiegato dall’AIRC. Secondo i nuovi LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) le proteine non dovrebbero superare 11% della quota calorica giornaliera.

alimenti no per endometriosi

Sono 10 gli alimenti infiammatori per l’intestino e l’endometriosi:

  1. mais. provoca acidosi e permeabilità intestinale, ha un alto indice glicemico ed è OGM*
  2. soia. contiene ormoni ed è OGM*
  3. uova. se prodotte da galline allevate a mais e soia OGM, sono infiammatorie quanto il mais e la soia stessi. Più accettabili se biologiche, provocano meno acidosi
  4. carne rossa. stimola la produzione di prostaglandine infiammatorie, contiene ormoni e inquinanti ambientali (sarebbe meglio evitare anche la carne di maiale, ricca di nitriti e nitrati, specialmente se trasformata in insaccati)
  5. glutine. danneggia i microvilli dell’intestino tenue e provoca permeabilità
  6. latticini. stimolano la produzione di prostaglandine infiammatorie, contengono ormoni e attivano l’insulina
  7. cibi dolci e amidacei. causano picchi e crolli della glicemia che sconvolgono la risposta insulinica, creano acidosi, aumentano il livello di cortisolo e nutrono i batteri cattivi della flora intestinale
  8. grassi danneggiati. (oli rancidi, raffinati o idrogenati) modificano la struttura delle membrane cellulari
  9. caffeina. provoca acidosi e contiene estrogeni
  10. arachidi. provocano permeabilità intestinale, causano frequenti reazioni allergiche e possono contenere aflatossine

* tutti gli OGM causano permeabilità intestinale, possono scatenare reazioni autoimmuni e causare infiammazione

dieta per endometriosi: 10 alimenti che curano

Siamo ciò che mangiamo; siamo anche ciò che ha mangiato ciò che mangiamo. Visto che andrebbero evitati il mais e la soia, sarebbe meglio evitare anche la carne allevata a mais e soia. Un’alimentazione antinfiammatoria preferirebbe:

  • pesce pescato (piccolo e meno inquinato)
  • carne biologica (non rossa, non di maiale)

alimenti sì per endometriosi

Ecco i 10 alimenti anti-infiammatori perfetti per chi ha l’endometriosi:

  1. verdure non amidacee. (es. carciofi, asparagi, bieta, verza, spinaci, cavoli, broccoli) contengono fibre, che diminuiscono gli estrogeni e regolano l’insulina, mantenendo la glicemia costante
  2. legumi.
  3. pesce pescato. (con livelli minimi di mercurio, es. acciughe, sardine, merluzzo) contiene omega 3, che regolano la funzione delle citochine e aumentano la produzione di prostaglandine antinfiammatorie
  4. carne biologica. (poca) di pollo, tacchino, agnello, selvaggina
  5. frutta a guscio e semi oleosi. (es. noci, mandorle, semi di zucca, sesamo, semi di lino, semi di chia), contengono acidi grassi insaturi (omega 3 e 6), vitamine e sali minerali. Evitare le arachidi (altamente infiammatorie)
  6. aglio e cipolla. ottimi antinfiammatori (le cipolle rosse contengono quercetina, integratore consigliato per riparare l’intestino)
  7. acqua. gli estrogeni vengono espulsi dall’organismo soprattutto con le urine. Bere è importante per vincere la stanchezza cronica dell’endometriosi: si calcola che un 3% di disidratazione equivalga al 10% in meno della forza fisica
  8. cereali senza glutine (es. riso integrale, quinoa, grano saraceno, amaranto), semaforo arancio perché contengono amido, quindi vanno consumati con moderazione
  9. patate dolci, semaforo arancio perché contengono amido
  10. frutta, semaforo arancio perché contiene zuccheri; va scelta quella a basso indice glicemico e alto apporto di fibre.

proteine, carboidrati e grassi: la lista inflessibile dell’endometriosi

con la dieta per endometriosi dici al corpo di guarire

Come spiega La dieta delle intolleranze di J.J. Virgin,

il cibo non è soltanto calorie o grammi di grasso, e neanche solo fonte di energia, il cibo è informazione. Ogni boccone che mangiate invia al vostro corpo un messaggio, e anche più di uno.

Infatti, a seconda di:

  • cosa mangiamo
  • quanto mangiamo
  • quanto velocemente mangiamo
  • quali combinazioni di cibi e bevande mangiamo
  • che tipo di cottura utilizziamo e per quanto tempo
  • in che stato d’animo mangiamo

diciamo al nostro corpo:

  • brucia i grassi – metti i grassi in magazzino
  • resta energico fino a sera – dammi un picco di energia per due ore
  • costruisci i muscoli – distruggi i muscoli
  • invecchia – ringiovanisci
  • guarisci – resta malato

Quindi, un comportamento alimentare corretto combatte l’endometriosi, mentre uno sbagliato la favorisce.

Con l’endometriosi, sono due le istruzioni che la dieta dovrebbe dare al corpo:

  1. riduci gli estrogeni!
  2. riduci l’infiammazione!

curare l'endometriosi in 6 mosse_4

abbassa gli estrogeni e l’infiammazione con la dieta per endometriosi

All’interno del corpo, sono otto i responsabili dell’equilibrio ormonale. Con la dieta intervieni direttamente su tre di loro:

  1. il fegato si depura
  2. l’intestino si ripara
  3. l’attività dell’enzima aromatasi si riduce (così anche la glicemia, che stimola l’aromatasi)

L’intestino, in particolare, è spesso colpevole dell’infiammazione cronica. Per curare l’endometriosi si cura l’intestino, perché gran parte dell’esercito immunitario vive al suo interno.

squilibrio ormonale e alimentazionedepura il fegato con la dieta per endometriosi

Per depurare il fegato, bisogna fargli aumentare la secrezione di bile. Aiutano in questo:

  • le erbe e verdure amare, come il cardo mariano, il carciofo, il radicchio, la cicoria, il tarassaco, il sedano
  • la curcuma
  • lo zenzero
  • il succo di aloe vera
  • il succo di pompelmo
  • bere moltissima acqua

Sarebbe meglio evitare gli alcolici, perché l’alcol consuma la vitamina B immagazzinata nel fegato.

ripara l’intestino con la dieta per endometriosi

Non lo sappiamo, ma il nostro intestino potrebbe avere bisogno di una vera e propria riparazione. È il caso dell’intestino permeabile, la cui membrana è tutta bucherellata, e lascia passare nel sangue del materiale (scorie, frammenti di digestione, tossine) che il sistema immunitario riconosce come estraneo e attacca con anticorpi, causando infiammazione. L’intestino permeabile si presenta spesso insieme al colon irritabile. Un altro disturbo comune è la disbiosi intestinale, caratterizzata da una flora in cui prevalgono i batteri cattivi rispetto a quelli buoni. In questo ambiente malsano non viene portata a termine l’elaborazione delle feci, che fermentano o marciscono, causando intossicazione generale dell’organismo.

Si tratta di anomalie molto diffuse che possono avere svariate cause, anzitutto le intolleranze alimentari. Gli anticorpi attivati dalle intolleranze alimentari (immunoglobine G) non hanno manifestazioni immediate come quelli delle allergie (immunoglobine E): tessono i loro danni nell’ombra, generando e mantenendo cronico lo stato infiammatorio che si esprime in una miriade di disturbi, finché l’alimento molesto non viene tolto dalla dieta.

Per riparare i danni dell’intestino con la dieta si raccomanda di:

  1. assumere probiotici, integratori e alimenti curativi *
  2. eliminare, o ridurre al minimo, i 10 alimenti più infiammatori

* La dieta delle intolleranze di J.J. Virgin consiglia ad esempio:

  • glutamina per riparare la permeabilità
  • Saccharomyces boulardii (fermenti lattici) per riequilibrare la flora batterica
  • berberina (sale di alcune piante) per riequilibrare la flora batterica
  • quercetina (flavonoide di diverse piante) per ridurre l’infiammazione
  • zenzero per ridurre l’infiammazione
  • semi di lino per ridurre l’infiammazione
  • aglio per ridurre l’infiammazione e uccidere i batteri cattivi della flora batterica
  • enzimi vegetali per favorire la digestione
  • latte di cocco per ridurre la proliferazione dei lieviti

inibisci l’enzima aromatasi con la dieta per endometriosi

L’enzima aromatasi trasforma gli androgeni in estrogeni. In presenza di endometriosi, l’attività dell’aromatasi dovrebbe essere ridotta con l’alimentazione.

Per inibire l’aromatasi è importante:

  1. non superare il peso forma, perché l’aromatasi si esprime soprattutto nel tessuto adiposo
  2. tenere bassa la glicemia, perché l’insulina stimola l’aromatasi
  3. evitare gli alcolici, perché stimolano l’aromatasi
  4. assumere integratori naturali che inibiscono l’aromatasi, come ad esempio:
  • lo zinco (legumi e frutta secca)
  • l’estratto di vinacciolo
  • i funghi champignon
  • i polifenoli come la crisina (contenuta ad esempio nel frutto della passione, nelle sfiandrine e nella camomilla), il tè verde, un po’ di vino rosso (non bianco!)

glicemia alta e acidosi: ecco servita l’infiammazione

La glicemia (quantità di zucchero contenuta nel sangue) con l’endometriosi è già tendenzialmente alta, perché gli ormoni steroidei (es. estradiolo, progesterone, cortisolo) contrastano l’effetto dell’insulina. Quindi, se il cortisolo e l’estradiolo aumentano, anche la glicemia aumenta. La glicemia causa acidosi e infiammazione. Induce le ghiandole surrenali a produrre catecolamine (adrenalina, noradrenalina, dopamina), come in condizioni di stress. In questa situazione già delicata, mangiare cibi dolci e ricchi di amido può solo peggiorare le cose.

Per non aumentare il glucosio nel sangue, è importante scegliere alimenti a basso indice glicemico. La classificazione degli indici glicemici di Montignac attribuisce agli alimenti un IG basso (≤35), medio (35~50) o alto (>50).

indice glicemico

Le fibre (preferibilmente biologiche) abbassano l’indice glicemico del bolo alimentare. Sarebbe bene assumerne molte a ogni pasto.

Altrettanto importante per mantenere la glicemia sotto controllo è rispettare il ritmo circadiano: mangiare a orari regolari (mangiucchiare continuamente aumenta la resistenza insulinica e predispone al diabete di tipo 2); non mangiare di sera e di notte (l’insulina diminuisce e non riesce a processare tutto il glucosio, che rimane più a lungo libero nel sangue).

Per abbassare la glicemia e dare manforte all’insulina vengono in aiuto anche alcuni integratori:

  • la berberina
  • il cromo
  • il magnesio
  • il vanadio
  • lo zinco

L’acidosi è una condizione indesiderabile dell’organismo per cui il PH, da neutro, diventa acido. Ciò provoca uno stato infiammatorio generale che dà origine a molti disturbi. Nell’ambito di un regime alimentare anti-endometriosi, alimenti acidificanti come la carne, i latticini, le uova e lo zucchero, dovrebbero essere eliminati o ridotti il più possibile.

scala del ph

ho l’endometriosi, cosa metto nel carrello della spesa?

ho l'endometriosi, cosa metto nel carrello?

Nel carrello della spesa metti solo alimenti ok per endometriosi:

proteine

  • carne bianca biologica: pollo, tacchino, coniglio
  • pesce pescato (non di allevamento) e molluschi con livelli minimi di mercurio: acciughe, aragoste, aringhe, calamari, capesante, gamberi e gamberetti, granchio, lavarello, merluzzo, ostriche, passera, pesce gatto, salmone selvaggio, sarde, sogliole, trote, vongole
  • legumi biologici: carrube, ceci, cicerchie, fagioli, fagiolini, fave, lenticchie, lupini, piselli, taccole

carboidrati

  • cereali biologici: amaranto, grano saraceno, miglio, quinoa, riso, tapioca, teff
  • ortaggi biologici: tutti, preferendo quelli migliori per l’endometriosi (con basso indice glicemico, alta presenza di fibre e proprietà utili): aglio, asparagi, bietole, broccoli, carciofo, cardo, cavolo, cavolfiore, cavolini di Bruxelles, cicoria, cime di rapa, cipolle, finocchio, porro, rucola, scalogno, spinaci, verza
  • frutta biologica: solo quella a basso indice glicemico e alto apporto di fibre: albicocca, arancia, avocado, ciliegia, cocco, fico, fragola, lampone, limone, mandarino, mela, melagrana, mirtillo, mora, pera, pesca, pompelmo, prugna, ribes

ortaggi migliori per endometriosi: mille fibre e proprietà

frutta migliore per endometriosi: poco dolce e molto fibrosa

grassi

  • oli e grassi vegetali biologici: olio di semi di canapa sativa, olio extravergine di oliva, olio di lino, olio di riso, olio di vinacciolo, olio di semi di girasole, olio di sesamo, olio di semi di zucca, burro di mandorle, burro di nocciole, burro di sesamo
  • semi biologici: semi di girasole, semi di lino, semi di papavero, semi di sesamo, semi di zucca
  • frutta secca biologica: anacardi, castagne, mandorle, nocciole, noci di Macadamia, noci Pecan, pinoli, pistacchi

 bevande

  • acqua naturale
  • caffè di cicoria
  • birra di riso
  • tisane
  • tè verde
  • vino rosso

integratori

  • per depurare il fegato: cardo mariano, curcuma, succo di aloe vera, zenzero
  • per riparare l’intestino: berberina, enzimi vegetali, fermenti lattici, glutamina, quercetina
  • per inibire l’enzima aromatasi: estratti di vinacciolo, zinco, polifenoli (camomilla, tè verde, vino rosso)
  • per abbassare la glicemia: berberina, magnesio, zinco
  • per ridurre l’infiammazione: bromelina, estratto di semi di pompelmo

dieta per endometriosi: un esempio di giornata alimentare bilanciata

a cura della dott.ssa Marcella C.R. Cavina di Faenza (RA)

more e Marcella

colazione

  • tè verde 200 cc, oppure
  • camomilla 200 cc, oppure
  • tisana al cardo mariano 200 cc, oppure
  • tisana al tarassaco 200 cc, oppure
  • latte di cocco 200 cc
  • biscotti di riso 50 g, oppure
  • biscotti senza glutine 50 g, oppure
  • cereali integrali senza glutine 50 g

spuntino mattina

  • mandorle 15 g, oppure
  • noci 15 g, oppure
  • semi di zucca 15 g, oppure
  • semi di lino 15 g
  • lamponi 200 g

 pranzo

  • quinoa 80 g, oppure
  • riso integrale 80 g, oppure
  • grano saraceno 80 g, oppure
  • amaranto 80 g
  • carciofi al vapore o lessati con limone 200 g, oppure
  • radicchio 200 g, oppure
  • sedano 200 g, oppure
  • cipolla 200 g
  • zenzero 10 g
  • acqua oligominerale
  • pompelmo 200 g

spuntino pomeriggio

  • mele 200g, oppure
  • frutto della passione 200 g
  • estratto fluido di aloe 15 g

cena

  • fagioli borlotti freschi 150 g, oppure
  • acciughe 150 g, oppure
  • sardine 150 g, oppure
  • merluzzo 150 g
  • cicoria lessata con aglio 250g
  • acqua oligominerale
  • pane di grano saraceno 80g
  • curcuma 10g
  • fragole 200g

olio extravergine d’oliva 20g (quantità totale per un giorno da distribuire sui due pasti)

un esempio di giornata alimentare bilanciata (pdf)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “dieta per endometriosi: alimenti no, alimenti sì”